Terme di Sarnano, dal 1933.

Una storia di popolo, scritta con l’acqua.

In tempi lontani

Chi si prendesse la briga di sbirciare vecchie carte del XVI secolo, scoprirebbe che già allora, a Sarnano, era nota una fonte dalle proprietà particolari: l’acqua de “Gangnà” o di San Giacomo.

Perché si chiamasse così nessuno lo ricordava più e tutti finirono per convincersi che avesse qualcosa a che fare con San Giacomo della Marca, il famoso predicatore. In realtà, accanto a quella fonte nel Trecento si ergeva un ospedale dei pellegrini intitolato a San Giacomo Apostolo, ma la nostra storia non parla di questo.

Qualunque fosse il Santo in questione, le particolarità di quelle acque erano finita nel dimenticatoio e anche quando, alla fine dell’Ottocento un tale dottor Cenni le citò nella sua Topografia medica, la gente continuò a non farci caso.

Sede storica delle Terme di Sarnano
Sede storica delle Terme di Sarnano

Terme di Sarnano, dal 1933.

Una storia di popolo, scritta con l’acqua.

In tempi lontani

Chi si prendesse la briga di sbirciare vecchie carte del XVI secolo, scoprirebbe che già allora, a Sarnano, era nota una fonte dalle proprietà particolari: l’acqua de “Gangnà” o di San Giacomo.

Perché si chiamasse così nessuno lo ricordava più e tutti finirono per convincersi che avesse qualcosa a che fare con San Giacomo della Marca, il famoso predicatore. In realtà, accanto a quella fonte nel Trecento si ergeva un ospedale dei pellegrini intitolato a San Giacomo Apostolo, ma la nostra storia non parla di questo.

Qualunque fosse il Santo in questione, le particolarità di quelle acque erano finita nel dimenticatoio e anche quando, alla fine dell’Ottocento un tale dottor Cenni le citò nella sua Topografia medica, la gente continuò a non farci caso.

19
29

Origini delle Terme di Sarnano - La Storia

La Fonte de Gnagnà

Quando iniziò la ricostruzione del ponte tra Sarnano e Gualdo faceva caldo e gli operai avevano sete.
Caso volle che vicino a loro sgorgasse la sorgente “de Gnagnà”.

Bevi oggi, bevi domani, gli operai del ponte finirono per accorgersi da soli che quelle acque… erano diuretiche.
La voce si sparse in fretta e il Podestà, Delio De Minicis, commissionò uno studio prima all’Università di Camerino e poi a quella di Roma.

Ne emerse che le acque di San Giacomo, per il loro equilibrio ionico e la loro estrema purezza batteriologica, avevano proprietà diuretiche, decongestionanti e lassative.

Origini delle Terme di Sarnano - La Storia
Origini delle Terme di Sarnano - La Storia

19
29

La Fonte de Gnagnà

Quando iniziò la ricostruzione del ponte tra Sarnano e Gualdo faceva caldo e gli operai avevano sete.
Caso volle che vicino a loro sgorgasse la sorgente “de Gnagnà”.

Bevi oggi, bevi domani, gli operai del ponte finirono per accorgersi da soli che quelle acque… erano diuretiche.
La voce si sparse in fretta e il Podestà, Delio De Minicis, commissionò uno studio prima all’Università di Camerino e poi a quella di Roma.

Ne emerse che le acque di San Giacomo, per il loro equilibrio ionico e la loro estrema purezza batteriologica, avevano proprietà diuretiche, decongestionanti e lassative.

Il Parco delle Terme di Sarnano - La Storia

19
33

Ego Sum Salus et Letitia

Nel frattempo, il termalismo conquistava l’Italia, sospinto dal mito del corpo e della prestanza fisica e sostenuto dalla volontà del Regime di valorizzare le risorse naturali della nazione.

Così, dopo un primo periodo di mescita gratuita, il Comune di Sarnano e molti cittadini investirono nella costruzione di uno stabilimento termale che aprì le porte al pubblico il 9 luglio 1933, con la consulenza del prof. Silvestro Baglioni.

Per molti anni fu attivo anche l’imbottigliamento dell’acqua di San Giacomo, commercializzata in bottiglie di vetro dall’etichetta iconica.

19
80

Nuove acque

Negli anni Ottanta, iniziò una nuova stagione di investimenti.

All’acqua di San Giacomo si aggiunsero l’acqua sulfureo-salsa della sorgente Terro e l’acqua bicarbonato-calcica della sorgente Tre Santi, completando l’offerta terapeutica dello stabilimento.

Fiore all’occhiello della comunità sarnanese, per ottantatré anni le Terme di Sarnano hanno accolto centinaia di migliaia di persone tra gli alberi e i giardini del rigoglioso parco al cui centro sorgeva il tempietto della mescita, simbolo dello sviluppo turistico del Comune.

terme sarnano
Origini delle Terme di Sarnano - La Storia
Origini delle Terme di Sarnano - La Storia
Terme di Sarnano - La Storia
Il Parco delle Terme di Sarnano - La Storia
Piscina delle Terme di Sarnano

20
17

Un nuovo corso

Quando nel 2016 le Marche hanno tremato per tre volte, anche lo stabilimento delle Terme di Sarnano è stato gravemente danneggiato. Quella ferita, però, è stata solo il preambolo di un nuovo e radioso inizio.

Nel giro di qualche mese, grazie all’impegno straordinario del Consiglio di Amministrazione, del Comune di Sarnano e di altre istituzioni, il 18 agosto del 2017, le Terme hanno riaperto i battenti in una nuova sede: uno stabilimento moderno, su un colle affacciato sul centro storico, dove sono state convogliate le tre acque curative.

Oggi le Terme di Sarnano dispongono di nuovi ambulatori per la fisioterapia, di un accogliente residence e di una grande Spa: un luogo dedicato alla rigenerazione fisica e mentale, al centro di un territorio ameno e pieno di risorse.

Dalla nostra terra, tre acque curative per tutto il copro.

acque curative - Terme di Sarnano
acque curative - Terme di Sarnano

Dalla nostra terra, tre acque curative per tutto il copro.

cure termali - Terme di Sarnano

Da sempre,
vicini alle persone.